Home

Sezione studenti

Progetti realizzati

Avvisi e News

 

Concorso "2 Giugno 2006: un messaggio per i giovani del futuro"

 

Presentazione Sintetica

Giornalino CCRR

   
Risultati Elezioni 2006 Risultati elezioni 2008 Risultati elezioni 2010

 

 

 SCHEDA PROGETTO

Consiglio Comunale delle Ragazze e dei Ragazzi di Avigliana (CCRR) 

PREMESSA

      L’avvio del progetto Consiglio Comunale delle Ragazze e dei Ragazzi (CCRR) della città di Avigliana è stato preceduto nello scorso anno scolastico dall’avvio di attività formative di educazione alla cittadinanza che hanno coinvolto tutte le classi della scuola media. Nell’anno scolastico 2006/07 come programmato con l’amministrazione comunale e con la stessa scuola è previsto l’avvio completo del progetto con l’elezione e l’insediamento del CCRR. La presente bozza progettuale elaborata dalla cooperativa ORSo raccoglie tutte le esigenze emerse dal contesto scolastico e territoriale. Il progetto si articola così in fasi ed in attività complementari che possono essere valutate e definite separatamente in fase di progettazione di dettaglio.

PRESENTAZIONE GENERALE

FINALITÀ generali

  • Promuovere una EDUCAZIONE\AZIONE alla cittadinanza attiva, nella convinzione che sia fondamentale agire con i ragazzi, soprattutto nella scuola, attraverso una cultura del FARE.

  •  Favorire la promozione dei diritti e lo  sviluppo delle potenzialità dei ragazzi attraverso la loro partecipazione diretta  alle istituzioni  e l’assunzione, anche se limitata, di  responsabilità.

  • Avvicinare i giovani alle istituzioni, attraverso la sperimentazione concreta della “politica” intesa nel suo significato più puro di partecipazione, per uno sviluppo ed una crescita come cittadini responsabili.

  • Promuovere un rispetto della legalità, intesa come necessità collettiva, utile anche ai singoli e non come imposizione sociale connessa a sanzioni.

  • Mettere in movimento la democrazia passando dalle aspirazioni spontanee (i desideri per migliorare il territorio) all’impegno per realizzarle (il progetto e il CCRR).

  • Creare relazioni di collaborazione e confronto fra i ragazzi a partire dai problemi reali (di cui non si conoscono a priori le risposte) perché nella ricerca delle possibili soluzioni apprendano ad ascoltare punti di vista diversi e a trovare insieme delle risposte.

OBIETTIVI specifici

  • Promuovere una conoscenza della “macchina comunale” attraverso il rapporto diretto coi servizi e l’amministrazione.

  • Sostenere la “formazione civica” nella scuola, senza aggiungere nuove incombenze agli insegnanti, bensì individuare momenti e modalità perché  insegnanti ed alunni sperimentino strumenti e ruoli diversi da quelli tradizionali.

  • Promuovere la conoscenza delle risorse del territorio di Avigliana intese non solo come servizi al cittadino ma anche come contesto storico, culturale ed ambientale.

  • Promuovere una cittadinanza attiva e consapevole attraverso una appropriazione da parte dei giovani di un senso di identità e di appartenenza con il territorio aviglianese.

  • Diffondere una cultura della solidarietà intesa come valore di cittadinanza e promuovere la conoscenza degli obiettivi e delle finalità della cooperazione internazionale e decentrata.

  • Promuovere la partecipazione attiva dei giovani aviglianesi nella definizione delle politiche elaborate dall’amministrazione rivolte a giovani e minori.

  • Raccogliere le idee ed i bisogni dei giovani (minori ed adolescenti) aviglianesi e formalizzare pubblicamente un canale di comunicazione con l’amministrazione comunale nel quale progettare insieme una città anche “a misura” di giovane.

  •  Promuovere una cultura della legalità intesa anche come rispetto per l’ambiente e per i beni comuni della città.

 

SOGGETTI COINVOLTI

RAGAZZI:

  • Gli alunni delle classi Prime e Seconde della Scuola MEDIA di Avigliana (9 classi).

ADULTI :

  •  I FACILITATORI che faranno da tramite fra il CCRR ed il “mondo adulto”.

  • Gli INSEGNANTI, collaboratori dei loro ragazzi.

  • Gli AMMNISTRATORI COMUNALI, per creare un reale rapporto tra  i ragazzi e l’istituzione affinché i ragazzi parlino all’istituzione e l’istituzione impari ad ascoltare i ragazzi.

  •  I FUNZIONARI del Comune.

  •  I GENITORI e CITTADINI dei ragazzi coinvolti, attraverso  i momenti pubblici dell’attività del CCRR (mostre, dibattiti, fogli informativi).

  • La COMUNITA’ LOCALE (organizzata e non): cittadini/enti/associazioni…

 

ELEMENTI METODOLOGICI

 

      Condizione necessaria affinché il Consiglio Comunale delle Ragazze e dei Ragazzi possa nascere e svilupparsi su un territorio è che ci sia un gruppo di adulti ”sensibili”  che creda nel progetto come strumento di cambiamento della realtà; che creda nei ragazzi e li veda come soggetti ricchi di risorse e di idee importanti  utili per questa trasformazione; che lavori non solo per loro ma con loro.

      Nel corso della nostra esperienza ci siamo convinti che la nascita e lo sviluppo del CCRR debbano essere pensati e accompagnati da un’équipe di adulti con queste caratteristiche e che siano rappresentativi di realtà differenti: la scuola (insegnanti), il Comune (tecnici e politici), un’agenzia educativa del territorio (animatori e educatori di Associazioni e Cooperative).

      E’ questo gruppo che, con le sue specificità e la sua conoscenza del territorio e con il contatto col  mondo dei ragazzi, dentro e fuori la scuola, dà solidità e significato al progetto.

      Si ritiene che prima dell’avvio del progetto, il gruppo di adulti che gioca il ruolo di  “facilitatore”  debba “ritagliarsi” alcuni spazi formativi e di confronto rispetto alle fasi del progetto, al contesto territoriale, agli obiettivi che si vogliono raggiungere, alla valutazione.

 

MODALITÀ  DI REALIZZAZIONE  DEL CCRR

1^ fase: Promozione e progettazione

Periodo: settembre-ottobre

  1. Costituzione dell’equipe di lavoro composta da: insegnanti e docenti referenti della scuola, facilitatore della Cooperativa ORSo, un referente dell’amministrazione Comunale.

  2. Incontro di progettazione e di coordinamento dell’equipe di lavoro del CCRR

  3. Promozione del progetto:

  1. presentazione di tutte le fasi e le attività al collegio docenti

  2. agli alunni della scuola media: il facilitatore della coop. ORSo incontrerà tutte le classi distribuendo materiale informativo per la presentazione del progetto e di tute le sue attività.

  3. presentazione pubblica del progetto a tutta la cittadinanza.

2^ fase: elezione ed insediamento del CCRR

Periodo: novembre-dicembre

  1. Elezione dei rappresentanti del consiglio: ogni classe elegge 2 rappresentanti per il Consiglio e redige una graduatoria interna per eventuali recuperi o sostituzioni dei candidati eletti.

Periodo: gennaio 2007

  1. Insediamento ufficiale del CCRR con un momento pubblico anche di incontro con il Consiglio Comunale della città di Avigliana.

Dal momento del suo insediamento il CCRR si riunisce ogni 15 giorni con l’alternanza di un incontro in orario scolastico presso i locali della scuola Media “Defendente Ferrari” e di un incontro in orario extrascolastico presso i locali del Centro Giovani “La pescheria”.

3^ fase: avvio del concorso di idee

Periodo: febbraio-marzo

  1. Lancio del Concorso di idee: “Progetta la tua città” aperto alle classi seconde medie ed istituzione della commissione giudicante per il concorso di idee e valutazione dei progetti.

  2. Raccolta adesioni delle classi

  3. Avvio moduli formativi sulla progettazione urbana (2 incontri per ogni classe a cura della coop ORSo)

  4. Presentazione delle idee-progetto

  5. Premiazione pubblica dei progetti migliori nel corso della 2° seduta ufficiale del CCRR

4^ fase: il CCRR raccoglie le idee progetto

Periodo marzo-maggio

  1. Il CCRR raccoglie le idee progetto e le cerca di individuare bisogni e priorità.  Le proposte vengono valutate e selezionate individuando una o più idee che risultino essere realizzabili per tempi e costi dal CCRR.
  2. Il CCRR presenta al Consiglio Comunale degli adulti con un momento pubblico ufficiale, le proposte per la realizzazione delle idee progetto elaborate.

 

      A questo punto il CCRR dovrà realizzare il/i  progetto/i  scelto/i e al tempo stesso anche mantenere costante l’informazione degli elettori attraverso fogli informativi periodici ed incontri 

      diretti nelle scuole.

      Al CCRR, inoltre, compete la ricerca di  altri progetti e/o fondi, il rapporto con il Consiglio Comunale degli Adulti ed il territorio, l’organizzazione di iniziative legate a varie tematiche.

      A conclusione del mandato biennale, il CCRR produrrà un bilancio e, possibilmente, inaugurerà un progetto  con un momento di festa collettiva.

 

ATTIVITA’ COLLATERALI

Il progetto CCRR, coerentemente con le sue finalità generali, promuove sul territorio alcune azioni ed attività collaterali che coinvolgono tutta la popolazione scolastica e la cittadinanza aviglianese.

Per l’anno scolastico 2010/2011 sono state elaborate le seguenti proposte di attività:

“MERCATINO DELLA SOLIDARIETA”: è un progetto traversale al CCRR che coinvolge tutte le classi della Scuola Media di Avigliana. Il progetto in sintesi prevede la realizzazione di un “mercatino della solidarietà” in cui tutte le classi aderenti potranno vendere i prodotti “creativi” realizzati nel corso dell’anno rispettando le tre priorità: creatività, manualità e recupero dei materiali. Il ricavato dell’iniziativa andrà interamente a sostegno dei progetti di cooperazione internazionale avviati dal Comune di Avigliana. Contestualmente alla preparazione del mercatino gli insegnati e le classi saranno coinvolti in attività formative e di promozione della cooperazione internazionale curate direttamente dalle associazioni che sul territorio di Avigliana si occupano di questo tema. 

Il ruolo della coop ORSo sarà prevalentemente di carattere organizzativo e di supporto nella gestione dei rapporti tra scuola, comune ed associazioni nonché di coinvolgimento attivo del CCRR nell’organizzazione della giornata di festa del “mercatino della solidarietà”.


“MODULI FORMATIVI “LA MACCHINA COMUNALEè un’attività che coinvolge le classi 1° medie in 2 incontri finalizzata a conoscere il funzionamento  della macchina Comunale e comprende la visita al palazzo comunale ed un incontro con tecnici ed amministratori.

In sintesi:

  • Modulo formativo rivolto alle classi 1° medie

  • 2 incontri di 2 ore ciascuno a cura della coop ORSo: un incontro in classe ed un secondo incontro in visita al palazzo comunale.

 

GEMELLAGGIO CON IL CCRR DI SALZANO (Venezia): è un’iniziativa che nasce dalla volontà di entrambe le Amministrazioni Comunali (quella di Avigliana e quella di Salzano), nonché degli operatori sociali coinvolti nei progetti, di incontrarsi per uno scambio delle pratiche e delle esperienze di educazione alla cittadinanza e partecipazione dei ragazzi alla vita del comune.

Sarà organizzato dai facilitatori della Coop. O.R.So. e prevederà due momenti di incontro (uno ad Avigliana ed uno a Salzano) ai quali saranno invitati a partecipare i Consiglieri del CCRR e i ragazzi delle classi terze che hanno partecipato al progetto negli scorsi due anni.

Lo scambio avverrà nel mese di maggio 2011.

 

RUOLO E COMPITI DELLA COOPERATIVA ORSO

 

L’operatore della cooperativa ORSO avrà il ruolo di FACILITATORE

Compiti

  • Attivazione e coordinamento dell’equipe di lavoro insegnanti: 1 incontro al mese e redazione del verbale.

  • Gestione commissioni di lavoro del CCR in orario scolastico ed in orario extrascolastico per organizzazione di eventi:1 incontro al mese.

  • Progettazione di dettaglio e gestione delle attività in collaborazione con l’Ufficio servizi educativi.

  • Sostegno nell’organizzazione degli eventi in calendario e partecipazione agli stessi.

  • Organizzazione e coordinamento del Concorso di idee “progetta la tua città”.

  • Coordinamento e contatti con i referenti delle scuole.

  • Ideazione e realizzazione del materiale informativo sul progetto CCRR di Avigliana.

  • Gestione dei moduli formativi:

  • “La macchina Comunale”: 2 incontri da 2 unità orarie per le classi 1° medie.

  • “La progettazione concorso di idee”: 2 incontri da 2 unità orarie rivolti a tutte le classi delle scuole medie che aderiscono al Concorso.

  • Coordinamento della rete nella gestione del progetto “Mercatino della solidarietà” ed organizzazione della giornata in collaborazione con i consiglieri del CCRR.       

 

 

23.04.2014